ALPINISMO


Colle sud della Gura 3340 m e Uja della Gura 3364 m – cresta ovest

Note: l’uscita al Colle sud della Gura è abbastanza ripida e va affrontata con condizioni di neve sicura facendo attenzione a eventuali cornici. La cresta ovest dell’Uja della Gura non presenta difficoltà di rilievo ma si presenta spesso interessata da verglas. Prima Salita: Mario Debenedetti,…Leggi tutto…

Colle nord della Gura e Punta Mezzenile 3429 m – Cresta sud-est

Note: ascensione completa su ghiaccio e roccia, con la parte finale della Punta di Mezzenile che offre alcuni passaggi divertenti. Prima Salita: Mario Debenedetti, Salvatore Gambini, Carlo Virando nel 1927 per il canale del Colle Gura; W.A.B. Coolidge, C. e U. Almer luglio 1884 per Punta di Mezzenile.Difficoltà: AD+;…Leggi tutto…

Punta Antonio Castagneri 3400 m circa – Parete est

Note: si tratta del pilastro di oltre 500 metri, che si evidenzia sulla Cresta di Mezzenile tra la Punta di Mezzenile e il Dent d’Ecot. La vetta del pilone fu così battezzata in onore della celebre guida balmese Antonio Castagneri, durante la prima salita del 1968.Prima Salita: Ezio Comba, Ugo Manera,…Leggi tutto…

Sella di Groscavallo 3350 m e Punta di Groscavallo 3423 m – Cresta nord

Note: ascensione poco ripetuta ma di grande soddisfazione che richiede delle buone condizioni di innevamento del canale est della Sella di Groscavallo. Detto canale, quando innevato, può altresì essere utilizzato come via di discesa sul versante italiano dalle vette circostanti. Sussiste comunque il pericolo di caduta pietre.Prima…Leggi tutto…

Dent d’Ecot 3403 m, Percorso integrale della Cresta est-sudest

Note: il percorso integrale della bellissima cresta est-sudest che scende dalla vetta del Dent D’Ecot, rappresenta una delle più belle “corse” delle Alpi Graie Meridionali. Fino alla quota 3082 m, vi sono due possibilità di “scappare” sul versante sud della cresta senza particolari difficoltà utilizzando delle rampe rocciose (o nevose).Prima Salita:…Leggi tutto…

Colle Martellot breccia nord 3208 m, Punta Clavarino 3260 m – Cresta nord-est

Note: ascensione in ambiente grandioso, selvaggio e severo. Si consiglia di partire molto presto perché il canale est del Colle Martellot è esposto alla caduta massi. In stagione avanzata il canale è interamente detritico e l’ascensione è sconsigliabile. Anche la discesa lungo la “talancia” del Col Girard impone…Leggi tutto…

Colle Martellot breccia sud 3215 m, Dôme Blanc du Mulinet 3387 m – Cresta nord-est

Note: ascensione impegnativa su roccia purtroppo non molto solida nella seconda parte anche se le difficoltà risultano modeste.Prima Salita: la breccia sud del Colle Martellot è stata raggiunta per la prima volta dal versante est da L. Nigra e G. Castagneri nel 1877, mentre la cresta…Leggi tutto…

Punta Luigi Clavarino – Cresta sud – sudest, via “Didattica 99”

Note: suggestiva “cavalcata” di cresta che nella prima parte offre parecchie vie di fuga lungo il versante ovest. Roccia non sempre buona.Prima Salita: la cresta sudest fu percorsa aggirando i torrioni più difficili da P. Girardi e M. Debenedetti nel 1910, mentre, il primo percorso diretto integrale, senza…Leggi tutto…

Col Girard 3034 m e Punta Clavarino 3260 m – Cresta nord-est (via normale)

Note: una gran classica con partenza dal rifugio Paolo Daviso, che prevede la salita della “talancia” Girard, un ripido nevato semipermanente che scende sul versante est del colle omonimo, da percorrere con prudenza evitando le ore più calde. Attenzione in discesa con neve molle sulla “talancia”: placche…Leggi tutto…

Levanna orientale 3555 m – Versante sud-ovest (via normale)

Note: gran “classica” della Val Grande di Lanzo, con difficoltà modeste ma da non sottovalutare in presenza anche di poca neve. Dopo il primo glacio-nevato, occorre prestare attenzione ad un traverso delicato, specie in presenza di ghiaccio vivo a fine stagione. Con neve fresca, inoltre, le roccette finali possono risultare insidiose. Prima…Leggi tutto…

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]